copertina-logo

Abitare Novara

Investimento Immobiliare

Chi altro vuol fare un buon investimento immobiliare?

investimento-immobiliare

Parlando di crisi del mercato immobiliare, quante volte hai sentito pronunciare la frase “oggi chi ha i soldi fa gli affari”?

È innegabile che negli ultimi anni il prezzo degli immobili sia sceso vertiginosamente, con ribassi che in certi casi hanno toccato il 50%. Ed è proprio in momenti come questi che chi dispone già di un capitale da investire, anche minimo, può impiegarlo in un investimento immobiliare ad alto rendimento e basso rischio.

Le possibilità di guadagno ci sono, eccome, ma bisogna essere capaci di valutare il proprio investimento con grande razionalità, badando più al portafoglio che al cuore. Effettua la tua scelta secondo la fredda logica dei numeri e farai un ottimo affare, esattamente come se tu stessi acquistando un qualsiasi strumento finanziario.

Ecco quindi una piccola guida per investire in maniera oculata i tuoi risparmi nel mattone.

1) SCEGLI L’IMMOBILE GIUSTO

Se decidi di impiegare i tuoi risparmi nell’acquisto di un’immobile effettua la tua scelta in maniera strategica, analizzando l’investimento secondo il principio “dal grande al piccolo”: considera inizialmente il quartiere e il contesto e, man mano, scendi nel particolare raccogliendo informazioni sul palazzo e sul vicinato fino a fare una vera e propria radiografia dell’alloggio. Ecco come dovresti procedere:

  • Veduta aerea: la casa deve trovarsi in una buona posizione, comoda per i servizi e le infrastrutture. Se c’è difficoltà di parcheggio privilegia alloggi con il posto auto. Se ti trovi nei dintorni della stazione bada a stare lontano dal rumore dei binari. Periferia o centro ormai cambia poco: l’importante è che la posizione abbia “un suo perchè”
  • Fai attenzione allo stabile: necessita di manutenzioni straordinarie? Se in condominio, qual è la situazione contabile? E quali sono i costi “di parte padronale” che dovrai sostenere una volta diventuto proprietario?
  • Occhio al vicinato: un solo vicino rompiscatole può mandare in fumo il tuo investimento immobiliare. A buon intenditor…
  • Privilegia i piccoli tagli abitativi: in proporzione un monolocale renderà di più di un bilocale, ed un bilocale renderà di più di un trilocale. Inoltre, i piccoli tagli abitativi godono della maggiore domanda e soffrono meno la fluttuazione dei prezzi. La “rotazione” degli inquilini è rapida, e questo riduce il cosiddetto “rischio locativo”.

2) CONSIDERA TUTTI I COSTI DEL TUO INVESTIMENTO IMMOBILIARE

Quando compri un’immobile con l’idea di metterlo a reddito è bene che tu consideri TUTTI i costi connessi all’operazione. Ecco l’elenco delle voci “con segno meno” che dovrai considerare:

  • Il prezzo di acquisto: semplice, più è basso e migliore sarà il tuo investimento immobiliare!
  • Il costo di mediazione: informati prima di effettuare l’acquisto sui costi connessi ad una transazione mediata. A Novara l’acquirente corrisponde in genere all’agenzia immobiliare un importo pari al 3% + IVA del prezzo di vendita concordato con il venditore, ma sarai libero di contrattare l’onorario con il tuo agente immobiliare di fiducia.
  • Il costo dell’atto notarile: se l’immobile è pagato in contanti dovrai corrispondere, oltre alle imposte (molto probabilmente senza alcuna agevolazione) l’onorario notarile, anch’esso assoggettato ad IVA. Se poi il tuo acquisto avvenisse con l’ausilio di un finanziamento (ma sicuramente non è il tuo caso, giusto?), allora dovrai addizionare un’ulteriore voce di costo, ossia l’atto di mutuo.

3) LA CASA È GIÀ PRONTA?

Se sì… Wow, è ora di metterla in affitto!

Difficilmente però un immobile acquistato ad uso investimento è bell’e che pronto: se l’hai pagato così poco un motivo c’è! Dovrai pertanto fare molta attenzione ai costi connessi ad un’eventuale ristrutturazione (piccola o grande che sia), all’allestimento ed eventualmente all’acquisto di mobili ed accessori.

Piccolo ma importantissimo suggerimento: in questa fase non pensare con la tua testa, ma con la testa dell’inquilino. Bada a dotare l’appartamento di ciò che REALMENTE serve, accantonando per un attimo la tua idea di casa e pensando prima di tutto a chi potenzialmente sarà il tuo inquilino. Hai acquistato un appartamento in zona università? Predisponilo per la condivisione con due letti singoli e due scrivanie! Hai comprato un grande bilocale per la giovane coppia? Mettigli una bella cucina ed una bella camera matrimoniale! Possiedi un monolocale nei pressi della stazione? Proponilo accessoriato, nessun pendolare ha il tempo di acquistare tutto il corredo!

4) STABILISCI IL GIUSTO PREZZO

“Giusto prezzo” significa tante cose. Richiedere un canone che sposi le caratteristiche del tuo immobile con le esigenze del mercato è stabilire il giusto prezzo. Ma un buon investimento immobiliare deve darti una buona rendita, per cui fai molta attenzione al rapporto tra quanto percepirai di affitto e quanto pagherai di tasse. Con qualche piccolo accorgimento il tuo guadagno netto può fare balzi da gigante!

Il tuo investimento immobiliare deve generare un cash flow costante. L’affitto deve essere percepito regolarmente e non devono esserci periodi “scoperti” tra un inquilino e un altro. Massima attenzione quindi nella selezione del conduttore, alla gestione della locazione, del rilascio e del subentro. E se non hai tempo per seguire l’intero processo… c’è chi può farlo per te a condizioni davvero interessanti!

Nel mercato si usa dire che hai fatto un buon investimento immobiliare solo quando la tua rendita NETTA annuale è superiore al 5%. Secondo te è troppo? Io direi di no, perchè di immobili dotati di queste caratteristiche ne ho parecchi da proporti, già pronti, già arredati, già affittati. Tu impegni un piccolo capitale ed io ti garantisco una rendita PIU’ ALTA di quella che ho indicato sopra. Non ci credi? Chiamami al numero +39 0321 644300 e comincia a guadagnare subito!